Incontri con i fotografi

Il Brescia Photo Festival fornisce l’occasione di un contatto diretto con i grandi maestri della fotografia.

Il calendario delle conferenze:

 

  • Francesco Cito8 marzo ore 18:00, presso Mo.Ca
    via Moretto 78 – Brescia
    Nato a Napoli nel 1949, interrotti gli studi si trasferisce a Londra nel 1972 per dedicarsi alla fotografia. Esplorando l’Inghilterra fotografa i concerti e vari personaggi del mondo della musica leggera. *

 

 

 

  • Richard Kalvar 9 marzo ore 18:00, presso Auditorium Santa Giulia – English
    via Piamarta 4 – Brescia
    Fotografo dell’agenzia Magnum dal 1977, Richard Kalvar per gli ultimi 40 anni
    ha praticato quasi esclusivamente la fotografia in bianco e nero viaggiando in tutto il mondo. Le fotografie di Kalvar sono contrassegnate da una forte omogeneità dal puntodi vista estetico e tematico. Le sue immagini giocano spesso sulla discrepanza tra la banalità di una situazione reale e una sensazione di estraneità che emerge da una particolare scelta di tempi e inquadratura.**

 

 

  • Bruno Barbey – 9 marzo ore 21:00, presso Auditorium Santa Giulia – English
    via Piamarta 4 – Brescia
    Nato nel 1941, inizia a viaggiare molto giovane dal Marocco alla Svezia dove completa i suoi studi in fotografia e graphic art. Due volte presidente Magnum, ha fotografato l’Italia degli anni 60, le guerre in Nigeria, Vietnam, Medio Oriente, Bangladesh, Cambogia. E’ autore di numerosi documentari filmati. Negli ultimi anni sta lavorando a un grande progetto sulla Cina. **

 

 

 

  • Jason Schmidt – 10 marzo ore 18:00, presso Auditorium Santa Giulia – English
    via Piamarta 4 – Brescia
    Jason Schmidt è  noto per i suoi ritratti di artisti e personaggi del mondo della cultura. Durante gli ultimi vent’anni ha perseguito un ambizioso progetto fotografico, ritraendo oltre cinquecento tra i più importanti artisti internazionali a lui contemporanei. **

 

 

 

  • Monika Bulaj10 marzo ore 21:00,presso Auditorium Santa Giulia
    via Piamarta 4 – Brescia
    Fotografa, reporter e documentarista, Monika Bulaj (Varsavia, 1966), svolge la sua ricerca sui confini delle fedi, minoranze etniche e religiose, popoli nomadi, migranti, intoccabili, diseredati, in Europa, Asia, Africa e Caraibi. Con le sue grandi doti comunicative terrà una “Narrazione con immagini e musica” dal titolo Dove gli dei si parlano. E’ un’occasione rara di ascoltare le sue esperienze di viaggio e di incontro, i suoi pensieri su terre e genti imbevute di sublimità, follia, disperazione, violenza, speranza. *

 

 

 

  • Nino Migliori 11 marzo ore 16:00, presso Mo.Ca. via Moretto 78 – Brescia. Nino Miglioro inizia a fotografare nel 1948, nell’immediato dopoguerra si avvicina al circolo fotografico Bolognese e inaugura un’intensa attività che si svilupperà sempre su differenti paralleli canali di ricerca. *

 

 

 

  • Uliano Lucas 11 marzo ore 18:00, presso Mo.Ca. via Moretto 78 – Brescia. Noto per aver realizzato per decenni reportage per importanti giornali e riviste italiane, dopo il sessantotto, documenta con ampi servizi la realtà e le contraddizioni del proprio tempo. . La sua retrospettiva “Cinquant’anni di viaggi e racconti di un fotografo freelance” è esposta al Ma.Co.f dal 7 marzo al 7 maggio 2017. *

 

 

 

  • Gianni Berengo Gardin 12 marzo ore 16:00, presso Mo.Ca. via Moretto 78 – Brescia.  Gardin ha iniziato dal 1954 ad occuparsi di fotografia. Inizia la sua carrieradi fotoreporter nel 1965, quando lavora per Il Mondo di Mario Pannunzio. Negli anni a venire collabora con le maggiori testate nazionali e internazionali. *

 

 

 

  • Franco Fontana 12 marzo ore 18:00, presso Mo.Ca. via Moretto 78 – Brescia. Franco Fontana inizia a fotografare nel 1961. Frequentatore dei “Fotoclub”, la sua attività, anche agli inizi è prevalentemente amatoriale, si concentra su ricerche estetiche. *

 

 

 

  • Oliviero Toscani – martedì 14 marzo ore 11:00 inaugurazione anno accademico Laba, via Don G. Vender 66 Brescia. In occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico verrà conferita la Laurea Honoris Causa a Oliviero Toscani, ospite speciale per la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2016/17. Ad introdurlo saranno il direttore della LABA Roberto Dolzanelli e il critico d’arte Alberto Mattia Martini. Oliviero Toscani, celebre per la dirompente e coraggiosa espressività, in alcuni casi anche provocatoria, è un artista mai sceso a compromessi, tanto da essere stato oggetto di forti critiche e anche di censura.

 

 

Workshop

Monika Bulaj, “La scrittura creativa e non-fiction del reale” 11 e 12 marzo presso Atelier di Palazzo Cottinelli, via delle Battaglie 16. Per prenotazioni contattare info@monikabulaj.com

“Metodo: mettersi in discussione, con al centro l’attenzione pura, quasi infantile, profondamente intuitiva, alla realtà. La fotografia è per me una questione di impegno, di pratica, di meditazione, di sensibilità e di pazienza. Partire dalla base, dai punti cardinali dell’immagine: il Tempo e lo Spazio, in senso filosofico, visivo e tecnico. Come ritagliare, inquadrare, selezionare il reale, quindi dello Sguardo, della soggettività. Analisi del vostro portfolio, dei maestri, del mio lavoro. Studiare assieme la drammaturgia, la composizione, il ritmo, le sequenze, i contrappunti, la grafica dei vostri progetti. Verità e mistero nella fotografia. Vostra percezione e sensibilità; vedere la realtà senza trasformarla, senza influenzarla e senza mentire (etica nel reportage, onestà, questioni morali in post-produzione); evoluzione del reportage; legame del fotoreportage con la scrittura, il cinema, la poesia, il teatro, la narrativa.” – Monika Bulaj

 

Scarica il calendario degli incontri con i fotografi

 

*  fino ad esaurimento posti

** fino ad esaurimento posti, consigliata prenotazione – CUP 030.2977833-834