Wunderkammer. La stanza delle meraviglie

Mo.Ca. – via Moretto 78, Brescia 

7 marzo – 4 giugno

Mostra collettiva di opere fotografiche di artisti contemporanei italiani, composta da stampe di esclusiva manifattura analogica: sperimentazioni e rivisitazioni delle tecniche antiche ed alternative. Collotipia, oleotipia, resinotipia, ambrotipia, carbone, ferrotipia, platinotipia, gomma bicromatata, albumine, sali d’argento con viraggi, cianotipia, lumen print, lift-off, carta salata, van dyke. La tecnologia esclusivamente digitale si sta rivelando costituzionalmente insufficiente. I giovani “nativi digitali” più attenti e propensi alla comunicazione stanno constatando che qualcosa di fondamentale manca nelle nuove tecnologie, che alcune sensazioni, gesti, profumi, siano essenziali per innescare nel nostro cervello i processi di creatività, apprendimento, arte. Indietro non si torna. Nessuna romantica nostalgia: i conservatori reazionari guardano indietro; i visionari guardano avanti. Avanti non ci sono cose vecchie ma cose che funzionano, anche se sono antiche.