BRESCIA PHOTO FESTIVAL Appuntamenti cinematografici a cura del Cinema Nuovo Eden

In occasione della mostra “Vita da centurioni”

Anteprima per Brescia

Torso Virile Colossale

Torso Virile Colossale è un progetto musicale alle prese con il cinema Peplum italiano a cavallo tra gli anni ‘50 e ‘60. Un omaggio in musica alla grande stagione dei ‘sandaloni’ che si traduce in composizioni strumentali che evocano il mondo di questi film attraverso alcune soluzioni armoniche e timbriche tipiche di queste colonne sonore, ma declinate in un sapore diverso e più contemporaneo, creando volutamente dei cortocircuiti (in bilico tra la musica classica e il protometal, la psichedelia e lo shoegaze). 
Torso Virile Colossale è stato fondato, ideato e scritto da Alessandro Grazian, che ne cura composizioni e arrangiamenti. Nel 2017 è uscito l’album di debutto ‘Volume 1 – Che gli dei ti proteggano’.
Alessandro Grazian è attivo musicalmente non solo come cantautore ma anche come strumentista e autore di colonne sonore (finalista al Festival di Cannes 2011). È proprio l’amore per le colonne sonore e per il cinema a portare il musicista padovano, milanese d’adozione, ad ideare un progetto interamente strumentale in omaggio all’epopea italiana del cinema Peplum verso cui nutre una vera passione. 
Torso Virile Colossale porta dal vivo un concerto di musiche e immagini totalmente dedicato al cinema Peplum italiano anni ‘50/60 ovvero il cinema degli Ercole e dei Maciste ma anche di regine sensuali e crudeli, tiranni usurpatori ed eroine virginali. 
Durante il live vengono eseguite composizioni originali che fanno da commento sonoro alla visione di spezzoni del Cinema Mitologico Italiano proiettati alle spalle dei musicisti.

Sabato
26 giugno 2021
ore 21.30

Location: L’Eden d’estate, Parco Viridarium, Museo di Santa Giulia, Via Musei, 81, Brescia

Costo: Ingresso € 6 intero, € 5 ridotto

Promuove l’iniziativa Fondazione Brescia Musei – Nuovo Eden

Anteprima

MACISTE musicato dal vivo dal M° Gerardo Chimini

Uno spettacolo unico, pensato appositamente per la straordinaria location del Teatro Romano di Brescia, che vede M° Chimini, organista di fama internazionale, sonorizzare con l’organo digitale il film muto Maciste, il primo dei film che hanno per protagonista assoluto Maciste, l’‘uomo forte’ e buono interpretato da di Bartolomeo Pagano. 

Il film – Maciste
di Luigi Romano Borgnetto e Vincenzo Denizot. (Italia 1915, 67′)
Si tratta del primo film con protagonista Bartolomeo Pagano nel ruolo di Maciste, dopo la sua piccola comparsa nel kolossal Cabiria (1914). Il personaggio fu creato da Gabriele d’Annunzio.
Una fanciulla è vessata da un perfidio zio che cerca di impadronirsi del suo patrimonio. Recatasi al cinema a vedere Cabiria e vedendo Maciste in azione, ha l’idea di chiedere aiuto al prestante attore che lo impersona.
Il restauro di Maciste è stato realizzato dalla Cineteca del Comune di Bologna e dal Museo Nazionale del Cinema di Torino a partire dall’unica copia sopravvissuta su supporto nitrato conservata presso il Filmmuseum di Amsterdam.

Gerardo Chimini svolge attività artistica internazionale come solista ed in formazioni cameristiche, come pianista e come organista. Ha effettuato concerti in tutta Europa, Giappone e Brasile collaborando con orchestre e solisti di fama internazionale. La sua attività di concertista d’organo, pratica strumentale che lo accompagna si dall’inizio degli studi musicali, lo ha portato ad eseguire repertorio particolare su strumenti ottocenteschi realizzando trascrizioni da Verdi, Liszt, Weber, Wagner, Prokofieff, Rachmaninoff, Rossini, Bartok. La commissione a compositori contemporanei di brani per organo ottocentesco ha contribuito a rivedere le possibilità foniche di questi strumenti relegati ad un repertorio solitamente tradizionale. Nel 2013 è stato insignito del premio “Gasparo da Salò” per la diffusione della cultura musicale in Italia e nel mondo. È socio dell’Ateneo di Salò. In questi ultimi anni ha intensificato la sua attività di docente effettuando masterclass in Italia, Germania e Giappone. Nel 2017 ha effettuato 3 tournèe in Giappone effettuando concerti come solista e con orchestra. È direttore musicale del Santuario di S. Maria di Nazareth (Padri Piamarta) a Brescia.

Sabato
17 luglio 2021
ore 21.30

Location: Teatro Romano, Via dei Musei, 55, Brescia

Costo: Ingresso € 6 intero, € 5 ridotto

Promuove l’iniziativa Fondazione Brescia Musei – Nuovo Eden, in collaborazione con Filmfestival del Garda, Tamburini Digital

Anteprima

Il Peplum

Un seminario di studi con il Prof. Francesco Di Chiara e il Prof. Virgilio Ilari.

Il peplum o sword and sandal, cioè spada e sandalo, è un sottogenere cinematografico dei film storici in costume, che comprende sia il genere dei film d’azione sia quello fantastico, ambientati in contesti biblici o nel periodo dell’antica Grecia o dell’antica Roma. La parola Peplum in realtà deriva dalla famosa tunica bianca, il peplo, usata nell’antica Grecia.
Si trattava di film internazionali a basso budget che avevano come soggetti personaggi sia storici sia fantastici, tratti dai miti e dalla storia romana o greca. 
Si creò una vera e propria nuova estetica del cinema mitologico, un’estetica costruita sul concetto di iperbole in senso letterale, con avventure mirabolanti ed eccessive, ma anche in termini produttivi, i muscoli, le pettinature, le scenografie, la fotografia, preludio al genere fantasy.

Autunno
2021

Location: Auditorium, via Piamarta 4, Brescia

Costo: Ingresso gratuito

Promuovono l’iniziativa Fondazione Brescia Musei – Nuovo Eden e Museo delle Armi “L. Marzoli”

In occasione della mostra Federico Fellini / “dietro le quinte”

Lo sceicco Bianco

di Federico Fellini, con Leopoldo Trieste, Alberto Sordi, Giulietta Masina, Brunella Bovo, Gina Mascetti. Italia 1952, 86’.

Due sposini in viaggio di nozze dalla provincia alla capitale romana. L’apparizione sull’altalena del bianco sceicco Alberto Sordi, divo divino solo sulla carta dei fotoromanzi. E dunque le illusioni del mondo dello spettacolo. Le benevoli prostitute della capitale, tra cui la Cabiria di Giulietta Masina. C’è già tutto il mondo felliniano in questo primo film firmato unicamente dal regista riminese.

Fellini, dirige il suo primo film totalmente personale (anche se con una sceneggiatura scritta con Tullio Pinelli a partire da un’idea di Michelangelo Antonioni e con la collaborazione di Ennio Flaiano).

Restauro realizzato da Cineteca di Bologna, nell’ambito del progetto Fellini 100, in collaborazione con RTI-Mediaset e Infinity presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata.

Martedì
6 luglio 2021
ore 21.30

Location: L’Eden d’estate, Parco Viridarium, Museo di Santa Giulia, Via Musei, 81, Brescia

Costo: Ingresso € 6 intero, € 5 ridotto

Promuove l’iniziativa Fondazione Brescia Musei – Nuovo Eden